E’ un futuro incerto, quello che si prospetta in queste ore per la pay tv Mediaset Premium. Il Biscione alla fine potrebbe cedere alle lusinghe del concorrente di sempre. Alzare bandiera bianca e cedere tutto a Sky che così tornerebbe presto a ritrasmettere la Champions League.

Premium Sport su Sky
Le due pay tv, dopo anni di concorrenza e guerra dei prezzi, potrebbero fondersi. Sky starebbe riflettendo all’ acquisto di Premium Mediaset. Tornerà la Champions per gli abbonati Sky?

Fanta televisione? Niente affatto. La tv a pagamento di Mediaset, questo lo sanno tutti, non ha dato i risultati sperati. E oggi gli azionisti vogliono liberarsi della zavorra. E ci erano quasi riusciti. Se non fosse che Vivendi alla fine si è ritirata dall’ affare provocando una serie di azioni giudiziarie che probabilmente si trascineranno per anni.

Se Vivendi non compra non pare esserci la fila di acquirenti alternativi fuori Cologno Monzese per una tv con circa 2 milioni di abbonati, che spendono relativamente poco e che guardano programmi molto costosi. Champions su tutti, costata un patrimonio e che – erano convinti a Mediaset – avrebbe raddoppiato gli iscritti al servizio a pagamento.

Ma cosa ci guadagnerebbe Sky ad acquisire Premium? Il punto è proprio questo. Perché colloqui ce ne sono stati. E parecchi, stando ai nostri rumors. Ma i due non si intendono sulla valutazione del progetto Premium. Per Sky, in effetti vale molto poco. Il guadagno principale di Sky sarebbe quello di far fuori il principale concorrente ed assicurarsi il monopolio nel settore. Il resto della dote interessa molto poco.

Anche se oggi, la situazione è completamente cambiata. A causa degli over the top come Netflix e dei nuovi editori come Discovery. E poi, ci sono le compagnie di telecomunicazioni che oggi pare vogliano giocare a tutto quad play, sviluppando e acquisendo anche contenuti.

Un mercato quindi decisamente più segmentato, complesso e in rapida evoluzione. Acquisire Premium Sport, Premium Calcio, i diritti prossimi alla scadenza e due milioni di abbonati abituati a pagare poco, forse non conviene al colosso della tv a pagamento. A meno che Mediaset non si accontenti di un prezzo davvero stracciato.

Del resto gli azionisti di Cologno Monzese si potrebbero anche accontentare. Perché la cessione significherebbe la chiusura dei rubinetti, la fine dei costi immensi e poco fruttuosi. E secondo alcuni, liberarsi di questi costi è la vera priorità di Mediaset che ha tutta la voglia di tornare ad occuparsi a tempo pieno di tv free. Che poi è la cosa che le riesce meglio. La pubblicità, seppur timidamente torna a crescere mentre tenere in piedi una pay tv con tanti diritti sport costa moltissimo. E in Italia, lo spazio per due grandi operatori non c’ è e non c’ è mai stato.

La verità la conosceremo probabilmente all’ indomani dell’ asta per i diritti calcio, prevista per la prossima estate. Dopo i mesi caldi, capiremo cosa vuole fare Mediaset della sua Premium. Se venderà o ridimensionerà pesantemente il progetto.

Intanto, ogni volta che si accenna all’ argomento nelle interviste, i vertici di Mediaset cambiano faccia. Tutti un po’ preoccupati.