Ancora pochi giorni e l’edizione numero 100 del Giro D’Italia è pronta a partire. La Rai, per il via del 5 maggio ha già svelato il suo palinsesto che prevede più di otto ore al giorno per seguire il Giro. Ce la farà Vincenzo Nibali a conservare il titolo conquistato lo scorso anno o dovrà lasciare il passo al favorito Quintana? E’ la prima domanda che tutti gli appassionati si stanno facendo per questa nuova edizione, che a breve prenderà il via e che promette già spettacolo.

Il Giro D' Italia palinsesto RAI
Il Giro D’ Italia sarà trasmesso dalle reti RAI. Tutti gli appuntamenti sui canali RAI2 e RaiSport

Un’edizione da record

L’edizione di quest’anno andrà tutta in onda su Raidue. Aumentata la copertura televisiva rispetto all’anno scorso, con la diretta quotidiana che passa da sei ore e mezza a otto ore e mezza. Complessivamente sui palinsesti dei vari canali della Rai che si occupano della manifestazione, ci saranno 247 ore totali dedicate al Giro D’Italia 2017.

Accordo biennale RAI – RCS

Il direttore generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto, ha svelato anche i numeri che hanno portato all’accordo biennale tra RCS e Rai. “Il costo dei diritti acquistati è di 11 milioni di euro per il 2017 e 10 milioni per il 2018. Il Giro, sarà raccontato grazie all’aiuto di tre elicotteri, un aereo e cinque moto per le riprese. Non ci siamo dimenticati di Radio Rai, anch’essa seguirà tutte la kermesse con interventi live durante le fasi più importanti di ogni tappa. Alla fine della giornata, tornerà l’immancabile “Processo” di Alessandro De Stefano. Tra gli opinionisti di quest’anno ci sarà il c.t. della Nazionale Davide Cassani e altri due grandi ex ciclisti come Stefano Garzelli e Alessandro Petacchi. La copertura televisiva raggiungerà quasi tutto il mondo, visto che ben 194 Paesi potranno seguire l’evento sia in tv o attraverso il web”.

A trasmettere l’ evento quest’ anno sarà, per la prima volta Rai2, insieme al canale tematico Rai Sport. Alla fine Urbano Cairo ha optato per l’ accordo con la tv di Stato nonostante qualcuno inizialmente avesse paventato la trasmissione sulle reti tv del network La7.

Ma Cairo è attento ad ottimizzare costi e guadagni. E l’ esclusiva del Giro su La7 era troppo rischiosa. Meglio soldi sicuri e freschi, in segno della continuità con Rai.

L’anno scorso Nibali davanti a tutti

Nell’edizione 2016 ad arrivare a braccia alzate con la maglia rosa nell’ultima tappa che andava da Cuneo a Torino è stato Vincenzo Nibali. Dietro il siciliano, distanziato di 52 secondi è arrivato il colombiano Chaves mentre terzo a un 1 minuto e 17 secondi lo spagnolo Valverde. L’edizione numero novantanove partì dall’Olanda con una crono individuale di 9,8 km vinta dall’olandese Tom Domoulin, quest’anno invece la partenza sarà in Sardegna ad Alghero.

Giro d’Italia 2017

La nuova edizione partirà il 5 maggio e si concluderà il 28 maggio. Le prime tre tappe si svolgeranno in Sardegna con partenza da Alghero e arrivo a Cagliari previsto per il 7 maggio. Subito dopo giorno di pausa per poi ripartire il 9 maggio con la tappa Cefalù-Etna. Si resterà nel Sud Italia fino al 14 maggio. A partire dal 16 si comincia a risalire lo Stivale, con la tappa Foligno-Montefalco. Poi spazio alle montagne per i successivi giorni fino ad arrivare alla tappa conclusiva del 28 maggio e alla crono individuale Monza-Milano che decreterà il vincitore della 100a edizione del Giro.

I favoriti

Tutti gli esperti vedono come grande favorito alla vittoria finale il colombiano Quintana. Il ciclista della Movistar già vincitore dell’edizione del 2014 è sulla carta l’uomo da battere. Proverà a ripetersi Nibali, il vincitore dello scorso anno è probabilmente l’indizio numero uno per impensierire il sudamericano. Tra gli outsider occhio a Kruijswijk, Landa Meana, Dumoulin, Pinot, Zakarin e all’italiano Fabio Aru.