Qualche ritardo in casa Free Mobile. Qualcuno se lo aspettava. A parlarne per primi sono i colleghi di UpGo.news. Il gestore sarebbe in attesa dei node-b di 3 Italia, ovvero le antenne che dovranno essere in parte smantellate e poi cedute a Iliad Telecom dalla joint venture Wind Tre.

Free Mobile lancio ufficiale
Free Mobile. Qualche ritardo per il lancio della nuova compagnia telefonica italiana. Si rinvia al 2018?

Le antenne in eccedenza, a seguito della fusione tra H3G e Wind, costituiranno la spina dorsale della nuova rete di Iliad Telecom che esordirà sul mercato italiano con il nome di Free Mobile. Ed è proprio questo lancio che potrebbe slittare rispetto alle voci iniziali. Anzi, si tratterebbe del secondo rinvio.

Ritardo nelle operazioni o eccessivo ottimismo del team di Xavier Niel. Non è facile dirlo. Quello che è sicuro è che Free Mobile rischia di saltare il prezioso periodo che va dal Black Friday alla fine dell’ anno. Inizialmente si era parlato di un arrivo addirittura entro l’ estate. Poi si rilanciò per un esordio in pieno periodo natalizio.

Ora Free potrebbe non farcela anche se, lo ricordiamo, mancano ancora conferme ufficiali e trattasi solo di voci di corridoio. I tecnici di Free non avrebbero ancora ricevuto la dote della rete di 3 Italia, ormai praticamente in dismissione e che sarà in gran parte spostata sulle frequenze di Wind.

Quando parte della rete 3Italia sarà scarica e ai clienti sarà assicurato il roaming totale su Wind, anche in 4G, sarà possibile consegnare le antenne ai tecnici di Free Mobile che stando alle prime voci, dovrebbe affidarsi a Nokia per la costruzione della propria rete mobile.

Da Parigi, sembra che Xavier Niel stia mettendo sotto pressione il team italiano di Iliad. L’ imprenditore francese ha tanta voglia di invadere il Bel Paese con le sue tariffe super low cost e quindi, la possibilità di farcela entro dicembre c’ è ancora.

Soprattutto per prendere in contropiede i competitor. Come abbiamo raccontato, pochi giorni fa anche Fastweb ha rivisto completamente la propria offerta mobile proprio per battere sul tempo i francesi. E poi c’ è TIM che ha già lanciato la sua nuova compagnia low cost Kena Mobile. Insomma, prima che arrivi Free giocano tutti a fare Free, con tariffe sempre più competitive, trasparenti e all inclusive.

Resta il forte limite nelle offerte degli attuali gestori nei bundle dati. A quanto pare sarà proprio su quel fronte che Free proverà a battere tutti. Una quantità di giga (in Francia sono ben 50!) che consentirebbe agli abbonati non solo di usare internet, social network e WhatsApp ma anche di guardare, senza troppe preoccupazioni, film e partite di calcio in streaming, Una vera e propria rivoluzione nell’ utilizzo dei dispositivi mobili e nelle tariffe che ora rischia di slittare di qualche mese.

Intanto, nel quartier generale di Free, che sarà a Milano, si continua a costruire la squadra italiana della compagnia telco. Sono richieste nuove figure professionali e a breve partiranno le assunzioni per il call center di Free Mobile che stando sempre ai nostri rumors, dovrebbe essere gestito internamente dall’ azienda. Una novità assoluta nel panorama nostrano dei supporti telefonici affidati in outsourcing ad aziende esterne, molto spesso dislocate all’ estero.

Per Free Mobile, evidentemente, il low cost della tariffe si sposa bene con un servizio impeccabile alla sua clientela. Staremo a vedere come si organizzerà la nuova compagnia.

Per tutte le informazioni su Free Mobile vi invitiamo a visitare la prima pagina dedicata su Facebook.

VIA UPGO.NEWS