Si preannuncia un’ estate di fuoco per il calcio italiano sui diritti Tv. Sono ancora in ballo e che vanno verso il rinnovo i due maggiori accordi per i diritti tv sport, sia per la serie A sia per la Champions League.

Champions League in tv
Probabile partnership Sky e Rai per i diritti tv della prossima Champions League

A quanto previsto la gara per la Champions League si chiuderà prima di quella della serie A. Per quest’ ultima ricordiamo solo che lo scorso 18 Aprile sono scaduti i termini per presentare le proposte da parte degli interessati all’ asta, mentre a fine maggio si avrà il responso dell’ Authority per il mercato e la concorrenza. Infine sembra più probabile Luglio come mese per una probabile asta.

Per la Champions League invece si prospetta un esito prima di quello sui diritti tv della serie A con molta probabilità a metà Maggio. Ricordiamo infatti che la comparsa dei termini per la procedura per i diritti italiani è stata ritardata dall’ aggiornamento del calendario sulle aste di assegnazione dei diritti tv 2018-2021 della Champions League da parte della federcalcio europea.

Champions League 2018-2021 su Mediaset Premium

A destare molti interessi fra i partecipanti all’ asta c’ è la presenza di 4 squadre italiane assicurate nei gironi della Champions League. Mentre la posizione di Mediaset che aveva acquistato i diritti a caro prezzo e con le attuali vicende con Vivendì, sembra essere mutata verso un atteggiamento più opportunista nei confronti del calcio.

Per Mediaset Premium, come già raccontato da noi di UpGo Sport Eventi, sembra profilarsi l’ ipotesi di un’ alleanza. Forse con TIM e la sua TimVision, magari con Discovery che vuole rafforzare la posizione sul mercato italiano dei suoi canali Eurosport.

> Come vedere la Champions gratis su RSI La2

Champions League 2018-2021 su Sky

Gli interessi di Sky invece sembrano essere più forti di prima con lo scopo di riprendersi la Champions e aumentare conseguentemente il numero di abbonati. Alcune voci infatti concordano l’ potesi di un imminente partnership con la Rai cedendogli alcuni match in chiaro. La tv di stato potrebbe anche accontentarsi visto che di recente ha fatto 10 milioni di spettatori trasmettendo la partita Barcellona-Juve.

Quindi sembra che Sky abbia tutte le carte in regola per poter diventare la tv leader del calcio: in Europa con la Champions, e in Italia, per i diritti tv della serie A.

Champions League 2017 – 2018

Nulla però cambierà per la stagione sportiva 2017-2018. Le partite di Champions League continueranno ad essere trasmesse in tv e internet dall’ operatore Mediaset Premium. Sarà quindi l’ ultimo anno di esclusiva assoluta per il gruppo televisivo di Mediaset. Diritti costati tantissimo e che non hanno fruttato il risultato sperato. Nonostante il notevole sforzo economico, Mediaset non è riuscita a frenare realmente la crescita del concorrente Sky.

Anzi, a dire la verità, la crescita è frenata per entrambi i player. Ma mentre Sky è riuscita a contenere i costi, grazie anche alle nuove sinergie europee con Sky UK e Sky Deutschland, quelli di Mediaset hanno dovuto pagare le esose rate dell’ esclusiva acquisita.

Nell’ ultimo bilancio, Premium ha causato la più grave perdita della storia del gruppo Mediaset. L’ evento continua quindi a suscitare interesse tra i broadcaster ma si è dimostrato estremamente pericoloso, se mal gestito, per le casse degli editori.