Dopo aver chiuso al primo posto nella fase a gironi e aver eliminato agli ottavi il Porto, la Juventus di Massimiliano Allegri, nei quarti di finale di Champions League, ha probabilmente pescato nell’urna l’avversario peggiore. I bianconeri, nel match di andata allo Juventus Stadium di Torino e la partita di ritorno al Camp Nou, se la vedranno infatti con il Barcellona di Messi, Suarez e Neymar. Ma detto questo, i bianconeri possono farcela a passare il turno?

Juventus-Barcellona, Blaugrana favoriti per il passaggio del turno

Ebbene, come peraltro si evince dalle attuali quote offerte dai bookmakers, la Juventus rispetto al Barcellona non parte con i favori del pronostico ai fini della conquista di un posto nelle semifinali della Champions League 2016-2017. Insieme al Bayern di Monaco ed al Real Madrid, il Barcellona era infatti uno degli avversari possibilmente da non pescare nell’urna, ma così non è stato.

Champions League, entusiasmo Barcellona alle stelle dopo la “remuntada” col PSG

Inoltre, nella doppia sfida per la Juventus non sarà di certo facile andare a conquistare il passaggio del turno, nel match di ritorno, lontano dalle mura amiche. Ne sa qualcosa il PSG che è stato eliminato dal Barcellona nonostante la vittoria dei parigini nel match di andata per 4 a 0. I Blaugrana hanno infatti vinto il match di ritorno per 6 a 1 in una gara epica ed all’ultimo respiro che è già passata alla storia. Di conseguenza la Juventus non solo incontrerà una squadra fortissima, ma anche galvanizzata dall’impresa messa a segno negli ottavi di Champions quando tutto ormai sembrava tutto perduto.

Juve-Barcellona, cosa può avvantaggiare i bianconeri

I bianconeri, seppur sfavoriti sulla carta, hanno nella difesa, che subisce pochi gol, uno dei punti di forza da sfruttare per contrastare il Barcellona che ha il trio d’attacco attualmente tra i più forti al mondo se non il più forte. Oltre alla forza della difesa, la Juventus nei due match dovrà necessariamente schierare i suoi uomini migliori e questi dovranno anche essere al top della condizione fisica.

Il resto è affidato nelle mani del mister Massimiliano Allegri che, come spesso accade, ha la capacità di azzeccare i cambi e di cambiare il sistema di gioco in corsa anche in base al risultato. Tra i pericoli da evitare c’è invece quello che potrebbe portare la Juventus ad abbassarsi troppo in difesa e di rimanere in balia del “tiki-taka” dei Blaugrana. Staremo a vedere!